CardSharing.Ws Forum - Powered by vBulletin



Page 1 of 2 12 LastLast
Results 1 to 10 of 13

Thread: E' possibile essere beccati dalla polizia postale ?

  1. #1
    Senior Member
    Join Date
    Sep 2015
    Posts
    198
    Post Thanks / Like
    Rep Power
    3

    Default E' possibile essere beccati dalla polizia postale ?

    Salve a tutti
    oggi ho parlato con i ragazzi dell'assistenza della mia connessione ad internet che mi hanno detto che la polizia postale sta beccando molti persone che fanno cardsharing proprio chiedendo a loro ed ad altri fornitori di connessioni ad internet i proprietari delle linee dalle quali provengono le connessioni a dei server che loro hanno identificato come server di cardsharing.
    Secondo voi è vera sta cosa?
    Se la cline è all'estero, possono risalire ugualmente al titolare dell'impianto che si collega a quel server?

    Un modo per "oscurare" il segnale e rendersi invisibili, esiste?

    Parlo di connessioni singole (una casa) non di 40/50

    Grazie



  2. #2
    Moderator
    Join Date
    Feb 2014
    Posts
    1,618
    Post Thanks / Like
    Rep Power
    16

    Default

    probabilmente possono trovare chi si collega a server italiani che sono stati sequestrati, mi sembra alquanto impensabile che possano avere i log di server su territorio straniero.

    di sicuro questi ragazzi dell'assistenza ti avranno subito proposto i servizi offerti dal loro datore di lavoro... impossibile che i call center possano avere notizie di richieste di ip, quelli non sanno proprio niente perchè se ci sono indagini non lo vanno a dire a loro che sono al 99,9% aziende esterne che si occupano di rispondere al pubblico.
    Il saggio sa di essere stupido, è lo stupido invece che crede di essere saggio.
    Non discutere mai con un idiota: la gente potrebbe non notare la differenza.

  3. Likes newlinux, paco87 liked this post
  4. #3
    Member
    Join Date
    Sep 2016
    Posts
    36
    Post Thanks / Like
    Rep Power
    0

    Default

    Comunque tra gli adepti di questo sacro sito si annoverano anche insigni avvocati. Tra quelli meno insigni figura chi scrive. A disposizione !

  5. #4
    Junior Member
    Join Date
    Dec 2014
    Posts
    21
    Post Thanks / Like
    Rep Power
    0

    Default

    Diciamo che tecnicamente sarebbe possibile, i provider hanno ovviamente la possibilità di sapere da dove vengono originate le connessioni verso un determinato server, indipendentemente se esso sia italiano o straniero. La sola connessione però non è sufficiente a costituire una prova, dovrebbero intercettare il traffico trasferito tra te e il server, cosa burocraticamente un po' più complessa e dispendiosa (in termini di costo di indagine per le procure). Per questo sarebbe SEMPRE doveroso utilizzare protocolli che prevedono la cirfratura, in quel caso per intercettare il traffico sarebbe necessario sequestrare/compromettere o il server o il computer dell' "indagato" (costi ancora maggiori). Per quanto ne so i procolli che in genere si usano per fare sharing non permettono tale cifratura, ma non sono espertissimo nel campo quindi non ci metto la mano sul fuoco.
    In ogni caso è davvero remota che possa succedere una cosa del genere per questioni così futuli, sarei molto più preoccupato dei pagamenti fatti ai vari payserver, nel caso venissero beccati è più probabile che il sequestro del materiale tra cui la loro "contabilità" possa di fatto già costituire una prova. Ma anche qui le cose si complicano in quanto sono indagini internazionali e in genere l'interesse è ovviamente più incentrato verso chi guadagni che verso i singoli clienti.
    Questo è come la vedo io :D

    Invece se si vuole essere "invisibili" la rete TOR, utilizzata in maniera corretta e con le giuste attenzioni può aiutare molto!

    P.S. Ovviamente concordo che l'attendibilità di un operatore di un call center è tendenzialmente scarsa!
    Last edited by cardscc; 28-07-2017 at 19:38.

  6. #5
    Super Moderator nerminz's Avatar
    Join Date
    May 2008
    Posts
    3,908
    Post Thanks / Like
    Rep Power
    16

    Default

    Do not worry if You not have server!
    You are not required to read the forum rules but you must to respect them !


  7. #6
    Member
    Join Date
    Aug 2013
    Posts
    40
    Post Thanks / Like
    Rep Power
    0

    Default

    Quote Originally Posted by nerminz View Post
    Do not worry if You not have server!
    why ? Police can reach single client by connected ip, or payment info on sequestered credit card, or not ?

    Perchè ? La polizia potrebbe risalire all'ip del client connesso al server, oppure se riesce a sequestrare le carte di credito utilizzate per ricevere i pagamenti...

    cosa rischiano gli utenti finali ?

  8. #7
    Super Moderator
    Join Date
    Oct 2010
    Posts
    2,820
    Post Thanks / Like
    Rep Power
    35

    Default

    Ciao
    non penso che rischiano molto gli utenti finali , avranno qualche multa penso per uso illecito ma penso che per loro non vale la pena fare il lavoro per cercare i clienti , naturalmente questo e quello che penso io e non per forza deve essere cosi.


    Mai discutere con un idiota, ti trascina al suo livello e ti batte con l'esperienza.

  9. #8
    Member
    Join Date
    Aug 2013
    Posts
    40
    Post Thanks / Like
    Rep Power
    0

    Default

    Quote Originally Posted by newlinux View Post
    Ciao
    non penso che rischiano molto gli utenti finali , avranno qualche multa penso per uso illecito ma penso che per loro non vale la pena fare il lavoro per cercare i clienti , naturalmente questo e quello che penso io e non per forza deve essere cosi.
    ho letto diversi articoli, dove la guardia di finanza diceva che stava risalendo anche ai client mediante il tracciamento degli ip e delle carte di pagamento.
    http://www.ilfattoquotidiano.it/2016...no-it/2537251/

    Qui dicono che la pena massima per i client potrebbe essere anche il carcere, anche se spesso si paga solo la multa :
    http://tech.everyeye.it/articoli/spe...ali-32369.html

    questo link è ancora più dettagliato:
    https://studiolegalepappa.com/card-s...ne-usufruisce/

    Ovviamente il carcere non lo vedono nemmeno i fornitori beccati, figuriamoci. Al massimo i domiciliari.

    Però in rete non si trovano mai informazioni sulle sentenze vere e proprie del tribunale su questi casi di sequestri e denunce.

    Ho trovato solo un caso, di un tizio che aveva un decoder per il cardsharing, e dopo aver dimostrato che lo usava solo per ricevere e non per ridistribuire la visione, è stato condannato solo con una pesante multa
    http://corrierealpi.gelocal.it/bellu...enne-1.6654773

  10. Likes newlinux liked this post
  11. #9
    Member
    Join Date
    Jan 2016
    Posts
    74
    Post Thanks / Like
    Rep Power
    2

    Default

    In linea teorica e pratica tutti possono essere beccati, tramite i pagamenti e/o gli indirizzi ip, resta il fatto che le indagini sono prevalentemente dirette verso chi distribuisce servizi, così possono bloccare alla fonte il segnale o la fonte sia essa iptw o cccam. Nella pratica queste indagini durano tanto, sono complesse ed il risultato pratico è quasi nullo, infatti c'è sempre qualche fonte attiva e quelle "chiuse" riprendono di solito dopo poche ore.

    Una soluzione concreta potrebbe essere un operatore "economico" dove scegliere liberamente a cosa abbonarsi, come e per quanto, magari in prepagato senza problemi. Ma per avere un tale operatore dobbiamo cambiare paese, in itaglia in realtà c'è un vero regime di monopolio e NON puoi scegliere, esempio la F1 tutta in diretta è solo su Skj, come la serie B ecc... e nei prossimi anni sarà ancora peggio praticamente tutto, compresa la UEFA Champions League, sarà in monopolio di Skj.

    Infine avete mai fatto una disdetta ad un operatore italico?? Nel 90% dei casi avete sbagliato a disdire, siete inadempienti con i pagamenti soprattutto per servizi e visioni post disdetta, non avete riconsegnato il decoder ecc... In tutto questo la legge tutela sempre e solo il più forte. Delle volte è bene chiedersi se siamo in un paese libero e democratico... meglio che mi fermi.

  12. #10
    Member
    Join Date
    Aug 2013
    Posts
    40
    Post Thanks / Like
    Rep Power
    0

    Default

    https://www.laleggepertutti.it/17830...e-cosa-rischio

    Per chiudere la discussione, ecco una sentenza, 4 mesi e 2000 euro di condanna per un tizio palermitano che faceva uso di card sharing come client. Più ulteriori 2000 euro in cassazione.

Page 1 of 2 12 LastLast

Thread Information

Users Browsing this Thread

There are currently 1 users browsing this thread. (0 members and 1 guests)

Bookmarks

Posting Permissions

  • You may not post new threads
  • You may not post replies
  • You may not post attachments
  • You may not edit your posts
  •  

TopSat.Org TOPlist